E’ arrivata la stagione della fotografia: le giornate si allungano, alba e tramonto si susseguono portando con se colori magnifici, è il momento di rispolverare la propria fotocamera, pulire le lenti, i sensori, uscire, lasciarsi ispirare e…realizzare foto eccezionali!

Tuttavia, sembra che le brutte giornate non siano terminate, ma non possiamo perdere altro tempo. Il momento di apprender di più sulla fotografia è qui ed ora: ciò non richiede una scienza infusa, ma, più semplicemente, la ferma volontà di saper fare buone foto istintivamente, anche in condizioni ambientali critiche. Quest’arte può essere appresa, per realizzare foto eccezionali è sufficiente solo un po’ di buona volontà e … qualche segreto.

Come realizzare foto eccezionali in condizioni di “criticità”? Vorresti apprenderne qualcuno? Eccolo.

1. Scegli l’apparecchiatura giusta

“Ho bisogno di una buona macchina fotografica per realizzare foto eccezionali?” è una domanda che ti sarai, più volte, posto. La risposta, naturalmente, è affermativa. Ma, avere una buona fotocamera a propria disposizione non basta, perché bisogna saperla usarla al massimo delle proprie potenzialità, e tanto non accade, ad esempio, in quei casi che, normalmente, sono ritenuti proibitivi “allo scatto”. Pioggia, maltempo, potrebbero dissuadere il comune utilizzatore all’uso della fotocamera. Ma se vogliamo catturare proprio in tali condizioni ambientali insolite delle immagini, uniche e singolari, se abbiamo intenzione di uscire ed affrontare le condizioni climatiche avverse, e, così facendo, realizzare foto eccezionali, la prima cosa da fare è quella di scegliere una fotocamera appropriata, come la Nikon D610, quella più adatta ad affrontare questa sfida. Poni attenzione alle caratteristiche tecniche ed alle funzioni offerte da quest’ultima perché proprio in funzione di esse potremo avere risultati impeccabili…anche in condizioni critiche!

2. Fotografa sotto la pioggia … ma è possibile?
Gli appassionati di fotografia hanno imparato ad utilizzare la propria macchina fotografica ovunque essi si rechino trovandosi, così facendo, a realizzare foto eccezionali. Essi hanno imparato a prestare particolare attenzione a due cose: l’illuminazione e la distanza. Fattori questi che possono essere facilmente alterati, ad esempio, dalla presenza di pioggia. Tempi di scatto lenti sottolineano le traiettorie delle gocce d’acqua, al contrario, quelli veloci fermano le singole gocce durante il loro viaggio. La visibilità delle gocce dipenderà anche dal contrasto con lo sfondo: il nostro consiglio è di sceglierne uno scuro, perché ciò consentirà di rendere le stesse più evidenti. In presenza di pioggia è ideale l’uso del flash, specie in camere come la Nikon D610: il flash, infatti, verrà ad ingenerare tutta una serie di riflessi dalle forme più variegate a seconda della distanza, dell’intensità della pioggia e del tempo di scatto. Ad ogni modo vi e’ una camera per tutti i gusti, acquistabile anche online su Ebay, Sferaufficio, ecc.

3. Fotografa dietro i vetri
La pioggia, per antonomasia, può essere annoverata nell’alveo delle condizioni più critiche nelle quali dedicarsi alla fotografia. In verità, quando piove possono essere realizzate foto eccezionali. Dove, ti chiederai. Dietro i vetri. Dalle nostre case, dall’interno delle nostre auto, dietro le vetrine dei negozi. E’ un modo non comune e surreale di fare fotografia, con le gocce che impreziosiscono i vetri stessi, con i loro magici riflessi. Molti fotografi esperti sono capaci di realizzare foto eccezionali attraverso le finestre. Ma attenzione, anche in questo caso non è semplice. Il bagliore tende a distrarre l’occhio da quello che sta succedendo all’interno, e la polvere sulla finestra può diminuire la qualità dell’immagine. L’uso di una buona fotocamera però, ed un po’ di fantasia, potranno dare, ne siamo convinti, risultati impeccabili, di straordinario fascino.

Ecco come realizzare foto eccezionali anche in condizioni di maltempo. Un ultimo consiglio: adatta la sensibilità Iso alle diverse condizioni atmosferiche presenti. Obiettivi luminosi o stabilizzati sono un degno corredo di ripresa da innestare sulla fotocamera in caso di pioggia. Utilizza uno zoom che non ti costringa a cambiare spesso le lenti in situazioni scomode.

Ti basterà poco e potrai ammirare dei risultati davvero straordinari.